domenica 7 ottobre 2012

Musicisti, razza variegata. [conoscerli per evitarli]

Primo passo verso la conoscenza: la categorizzazione


Gli uomini e la musica... ottima accoppiata direte voi... e io non vi contraddico, ma vi metto in guardia.
Ecco il primo capitolo di quello che vorrei far divenire un compendio per le giovani pulzelle in difficoltà nel rapportarsi al maschio suonatore.

Esistono delle categorie. Una classificazione, una certa suddivisione che li comprende tutti, ovviamente ognuno con una sua caratterista peculiare. Fondamentalmente il "maschio suonatore" non ne è cosciente, ma dal momento stesso in cui in tenera età sceglie o è diretto verso uno strumento, ecco che questo segnerà per sempre la sua vita sociale e SESSUALE. Sì, avete capito bene. Sessuale.


La premessa che mi è d'obbligo fare, è a carattere puramente di disillusione. Per le più inesperte. Per coloro che ancora pensano che stare con un musicista sia così "romantico ed emozionante": intraprendere una relazione di qualsiasi tipo con un addetto al pentagramma, richiede calma, pazienza, comprensione e soprattutto SANTITA'. Orbene fanciulle, occhio a ciò che vi apprestate a leggere, poiché queste non sono fantasie, ma accumulo di anni ed anni di esperienza mia e di amiche, nel frequentare musici.
Andiamo in ordine: gli uomini-musicisti si devono valutare in base allo strumento che suonano, ma ancor prima, dalla CATEGORIA dello stesso. Per essere il più schematica possibile mi faccio aiutare dai signori Hornbostel e Sachs che hanno dato nome appunto alla più utilizzata suddivisione esistente di strumenti.


  • Aerofoni: (comunemente detti "strumenti a fiato") emettono un suono per mezzo di una colonna d'aria che vibra all'interno dello strumento. Si dividono fondamentalmente in legni ed ottoni.
I LEGNI 
GLI OTTONI

In generale, il SUONATORE DI AEROFONO è pieno di sè, competitivo e saccente. Questo dipende dal fatto che ciò che lo strumento produce è conseguenza direttissima della sua conoscenza del proprio corpo. Esperto di movimenti con la lingua in velocità e di labbra in potenza. In branco giocano spesso a chi ce l'ha più lungo (il fiato e non solo).

I legni sono tendenzialmente più pacati, solo se confrontati agli ottoni, proprio per il fatto che il suono che producono non è tanto assordante. Si faccia l'esclusione dei flautisti (strumentisti più "acuti", ma anche più puntigliosi e fastidiosi) e degli organisti, perfettamente identici a quelli che chiamereste topi da biblioteca, al 99% privi di una vita sociale di un qualsiasi tipo, sempre che non comprenda l'ascolto di gruppo dell'ultima hit di J.S. Bach, suonata dall'organista x, sull'organo y, nell'anno z; la loro vita sessuale non è al momento disponibile tra le mie informazioni: pare che nessuna abbia mai osato tanto.


  • Cordofoni: (comunemente detti "strumenti a corda") emettono il suono attraverso le vibrazioni prodotte dalle corde di cui sono dotati.    


I CORDOFONI


Per questa nostra categorizzazione sarà necessario distinguere attentamente tra gli archi e gli altri cordofoni. L'UOMO/ARCO [i quattro strumenti a sx della foto], detto anche Robin Hood, ruba alla tua pazienza per arricchire la sua espressività. E' autoreferenziale, convinto di essere il migliore, sempre, in qualsiasi cosa. Si lancia in battute improponibili sugli argomenti più disparati e si crede il più figo del mondo. (SPOILER: se è violoncellista, lo è.) Solitamente è un finto modesto, di quelli infidi. DIFFIDATE DAI SOLISTI, almeno gli orchestrali hanno una vita sociale. 

Per i 3 strumenti rimanenti, per cominciare, mi basti dirvi un poco a testa: PIANISTI = persone profondamente sole: o molto poveri, o molto ricchi; CHITARRISTI = fintamente sensuali, non fatevi abbindolare da tutta la questione dei tanghi e delle nacchere. (non si capisce niente nè di quello che suonano, nè di quello che dicono); ARPISTI = (almeno in Italia) non pervenuti, o se pervenuti, gay.

  • Idiofoni e membranofoni: (comunemente detti " strumenti a percussione"). Il suono è prodotto dalle vibrazioni rispettivamente o del corpo stesso dello strumento o dalle membrane, percosse dalle mani o da appositi battenti.

LE PERCUSSIONI


WARNING. PERICOLO. NON ENTRATE DA QUELLA PORTA. SI SALVI CHI PUO'. SCAPPARE. VIAAAAAAA. All'uomo percussionista bisogna fare attenzione. Sempre. Suona un numero di strumenti imprecisato (ognuno è capace di suonare tutti quelli nella fotografia) e proprio per questo ne ha uno preferito ed alcuni che suona peggio di un bambino con due padelle in mano. Ecco allora che questo si riflette nella vita. Il percussionista è POLIGAMO. Per averlo tuo lo devi intrappolare con fattuccherie e poteri magici. Ci si può riuscire, ma vi avverto, o donzelle: da da un momento all'altro....puffff!!! il "battitore" potrebbe tornare quello che è: un sordido uomo delle caverne, che nel suo branco diviene il più rozzo maniaco della storia dell'uomo. (N.B. il batterista, che a tutti gli effetti sarebbe un percussionista, rientra per i nostri fini, nella categoria degli elettrofoni, in quanto "membro di una band") 

  • Elettrofoni: (strumenti per musica rock e pop in generale) il suono viene generato per mezzo di una circuitazione elettrica, o per induzione elettromagnetica.
GLI ELETTROFONI


A prima vista innocui, i maschi della leggera sono forse i più pericolosi. Sempre borderline tra l'estro e la follia. Si osservi che un individuo rockeggiante gira sempre con il suo gruppo (forse hanno paura del buio, non è dato a sapersi), questo è indice del fatto che con costoro è sempre molto più facile essere una "donna del branco" (groupie), che non la donna di uno solo. Sono esageratamente molesti, estremamente poco perspicaci e soprattutto sempre e da anni "sull'orlo di sfondare".  Tranquille, non sfondano mai e se ci riescono (la sfiga ci vede benissimo) voi li avrete lasciati da poco. Fondamentalmente egoisti: se vi scrivono un pezzo, vi stanno usando come ispirazione per sfondare. [se ve ne accorgete in tempo, sfondategli la faccia]. Ogni canzone che scriveranno sarà sempre "la più bella mai scritta, la più cool, la più figa". (non è così, ma voi dategli corda). Utilizzano termini anglofoni per qualsiasi cosa, questo per sentirsi più "Beatles" e meno "scarafaggi". 


Ed i cantanti?? Ed i compositori?? Ed i Jazzisti??? Ed ogni strumento con il suo particolare???? E delle ridicole scenette per ogni tipo di baldo suonatore??

Nei prossimi episodi!!!!

P.S. Ragazze, non facciamoci fregare. Noi abbiamo un'arma: CONOSCERLI, PER EVITARLI.

P.P.S. Se qualche donzella (o perchè no, anche donzello) fosse interessato a contribuire alla creazione dei prossimi episodi con una sua qualche esperienza o "cattiveria", mi scriva a minnamoravoditutti@gmail.com oppure commenti qua di seguito!!! Sarò felice di apprendere e di condividere!!








21 commenti:

  1. ciao Elisa, sono una ragazza timida e introversa e suono il CORNO! per questo ho passato metà della mia vita a contatto con strumentisti MASCHI,e per lo più ottoni..vorrei poter dire che sono tutti stereotipi e pregiudizi..ma hai centrato in pieno la questione! può essere che anche nell'ambiente non musicale ci siano esemplari "particolari", ma di sicuro in questo settore vale la regola "dimmi che strumento suoni e ti dirò chi sei"..a volte sono solo portatori sani del germe e quindi ci mette di più a palesarsi ma prima o poi la vera natura del musicista emerge..e in quel momento non c'è più niente da fare..non direi che chi li conosce li evita..perchè poi ciclicamente ci ricaschiamo..ma col passare del tempo si formano gli anticorpi adatti per sopravvivere agli attacchi..esiste anche un vaccino che può essere d'aiuto, si chiama CINISMO, purtroppo non lo si trova ancora in fiale in farmacia, però se lo si riesce a reperire è di grande aiuto..

    RispondiElimina
  2. Ciao fanciulla!!! Ti ringrazio per il commento e ti dico.... Che sei TU ad aver centrato l'argomento!! Io ho voluto essere il più distaccata possibile in questo primo articolo...ma sai.. hai ragione!! Ci ricaschiamo sempre! E si sa. Avere una relazione con un non-musicista è praticamente impossibile se tu per prima lo sei. Io sono pianista e cantante... (devo aggiungere altro?!?) gli stereotipi anche per noi femminucce si sprecano! Nei prossimi articoli troverai anche l'argomento della tanto amata quanto temuta "RICADUTA".

    Un abbraccio e "tanta merda" (NDR internazionale modo di augurarsi fortuna tra musicisti) per la tua carriera e per la tua permanenza accanto a quei tronfi di ottoni!!!

    RispondiElimina
  3. ma dov'è che si mette "mi piace"!!! Attendo con ansia il paragrafo direttori/gregorianisti! ;) ebr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! grazie del commento!! per mettere "mi piace" devi cliccare sul pulsante (?!?) rosso "g+" infondo al post!! credo che i direttori rientreranno nel prossimo post!! per tutte le news seguimi su "M'innamoravo di tutti" su Facebook!! (non sarò mai in grado di gestire queste tecnologie, mannaggia.)

      Un bacio!

      Elimina
  4. Ciao Ragazze, mi aggiungo alla vostra pagina in qualita' di violinista e pianista, per leggere i vostri articoli che fin ora mi hanno fatto ridere tanto ma che, a malincuore devo dire che la categoria musicisti è davvero da tenere a bada!!! (esperienze personali) ahahahah... attendo con ansia i prossimi articoli :P Un abbraccio musicale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del commento, sono lieta di farti fare qualche risata, spero non troppo amara!!! un abbraccio musicale anche a te!

      Elimina
  5. Ciao Ciao..
    ATTENZIONE! sono un percussionista!
    ...adesso vi prendo a tutte e vi mangio in un sol boccone!!
    AHAHAH! post molto simpatico e veritiero.
    Cmq da ammettere che il sesso con i musicisti è tutto di un altro livello...
    Fatelo pure con i vostri teneri fidanzatini impiegati (...se vi piace così tanto la solita posizione del missionario...routine, routine.. ^^)
    E poi spiegatemi voi perchè dopo 5/8 mesi di fidanzamento con altri uomini, tutte le mie numerose amichette, mi si ripresentano al citofono, attaccando il proprio indice al pulsante che non finiscono di pigiare neanche dopo la mia risposta??
    La nostra,in un certo senso è una 'MISSIONE'... siate comprensive!
    Un bacio a tutte le splendide donne che visiteranno questo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ECCOLO. Sentite la brama di prede di questo maschietto.... aaaah.... percussionisti. Siete la mia croce!!

      Grazie per il commento!!
      (p.s. il pad da studio non è silenzioso. Produce un rumore insopportabile, mette mal di testa e nervosismo. Tienilo a mente ;) )
      un bacio!

      Elimina
    2. ...scusami ma mi sono sentito tirare in causa... :D
      Di conseguenza a seguito del tuo 'siete la mia croce', suppongo abbia avuto quantomeno un 'contatto' con questo tipo di specializzazione...
      Grazie a te per aver messo a confronto (sia tra loro che col mondo esterno) sfumature psicologiche apparentemente piccole con simpatia ed intelligenza.
      se potessi votare questo post, apporrei un 10 netto!
      .. ma purtroppo mi hai sparato sul 'pad' e sono costretto ad abbassartelo di almeno 3 punti ..ghghgh... (per me è puro ZEN..) ma..
      ..credo tu possa riparare.. ;)
      ...scusa mi viene naturale, forse hai proprio ragione!bacio!

      Elimina
    3. Scusa se non ho risposto prima... ebbene sì, altro che contatto, il mio migliore amico è percussionista ed ho anche passato *rullo di tamburi.....* un FIDANZAMENTO in grande stile per ben 3 lunghi anni con un altro batti coperchi!! Forse ho un po' troppo il dente avvelenato? mah.... ;)

      Elimina
  6. Salve,
    complimenti per il blog, ottimo argomento (penso avrà da scrivere per una trentina almeno di puntate): lo divulgherò all'interno delle mie amicizie (purtroppo tutti musicisti: c'è qualche volontaria estranea????).
    Posso proporre altra categoria? Le cantanti (in particolare soprano).
    Saluti,
    clavicembalista etero (uno dei pochi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. attenzione attenzione, un clavicembalista etero!!! DONNE, MIRACOLO!!!! Ragazzo, metti nome e cognome, altrimenti come facciamo a trovarti!?! :D

      Elimina
  7. Da brava seguece del tuo blog, nonchè amica, non posso non commentare!
    Il primo pensiero che ho avuto è stato: " Meno male che non sono un maschio!!!", perchè in quanto suonatrice di chitarra e cantante di una band....mi sarebbe andata proprio male male!
    Condivido appieno la categoria chitarristi, nella quale mi ci ritrovo appieno: viva i tanghi e le pizzicate di corde!! Ottimo strumento, ci cascano sempre tutte in relativamente poco tempo... :D
    Attendo con ansia il prossimo numero

    RispondiElimina
  8. Io sto con un percussionista da un anno e mi rincresce dirlo ma ci hai preso in pieno! ovviamente ci sono volute delle grandi doti da fattucchiera per intrappolarlo!!! anche tutti i miei altri amici musicisti calzano perfettamente nella tua descrizione, pero' ho da dissentire sul fatto che i violinisti possano salvarsi solo con un "sono fighi" ;) Bravissima e tanti complimenti per l' articolo e per il blog una cosa spettacolare! Lo faro' leggere a tutte le mie amiche che per fortuna/sfortuna si sono messe con musicisti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi meglio, perchè MAI mi sarei sognata di dire dei violinisti che sono fighi!!! ;) vedrai che nei prossimi articoli taglierò colletti per bene... questa era una rapida infarinatura, ma arriveranno i guai... questa è solo la quiete, PRIMA della tempesta :)

      Grazie del commento!!

      Elimina
  9. E se io che non sono musicista mi sono innamorata solo di 2pianisti, 2 violinista, un flautista con i capelli ricci...la cosa è grave? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so in che lingua ho scritto...volevo dire 2 pianisti, 1 violinista, un flautista. E tutti e 4 con i capelli ricci...

      Elimina
    2. Forse dovrei dirti patologica.... ma no, purtroppo è normale... per quanto io li ridicolizzi, i musicisti hanno sempre un GRANDE fascino!! basta stare attente ;)

      Elimina
  10. Sono un anziano pianista, compositore, e trovo questo blog delizioso, oltre che veritiero. Un abbraccio, e ... Attente ai musicisti ! Siamo peggio dei marinai ! :)

    Zio Dan.

    RispondiElimina
  11. ho letto qualcosa sugli elettrofoni. Sei un mito! :-)

    RispondiElimina